Le buone regole del re-gifting. Il regalo riciclato corre sul web

9:56 home

Un sito americano raduna gli specialisti nell’arte di liberarsi dei doni poco graditi
Tra consigli di bon ton e metodi « scientifici » per non vedersi recapitare indietro il pacco

    regifting       

    UN PROFUMO troppo dolce, un grazioso vaso cinese, la sciarpa in pile con i pon pon, un libro già letto, una cravatta dalla fantasia optical, una bottiglia di spumante con panettone e decine di altri regali non graditi che ora giacciano in casa in attesa di sistemazione. Usarli? Chiuderli in un cassetto? Indossarli almeno una volta per compiacere che li ha offerti? Fatevi furbi e cavalcate la moda del momento. Un tempo si diceva riciclo, ora basta usare l’inglese e anche una delle attività tabù più praticate nel periodo post natalizio viene finalmente sdoganata.
    Chiamatelo semplicemente re-gifting ma prima di praticarlo non dimenticatevi di leggere le regole d’oro per non incappare in situazioni imbarazzanti…

    (cliccare sul link qui sotto per leggere il seguito dell’articolo)
    Via laRepubblica.it

    E tu, cosa fai con un regalo che non ti piace? Cosa pensi del re-gifting?

Tags : ,
Laisser un commentaire